RAYMAN LEGENDS

 

L’ultimo titolo degli studios di Ubisoft Montepellier, capitanati da Michel Ancel, hanno pubblicato anche per console next gen l’ottimo Rayman Legends, apportando nuovi standard di qualità, competenza e varietà e piccole modifiche a livello tecnico, importanti per una resa grafica decisamente convincente.
Arrivato dopo i risultati non brillanti di Rayman Origins (che pure era stato elogiato dalla critica), Legends fa da ponte fra il vecchio e il nuovo modo di vedere la serie, presentandosi quasi senza trama: ad essere centrale è, infatti, l’aspetto puramente ludico, il divertimento del giocatore, che non ha bisogno necessariamente di un filo logico e di una coerenza narrativa. L’hub centrale facilita il compito, mettendo davanti al protagonista tutti i contenuti del gioco (le aree non ancora esplorabili sono coperte da un velo rosso) ed eliminando qualsiasi tipo di ordine rigido di selezione: le sfide possono essere scelte praticamente a caso, in base alle preferenze personali.

Rayman_Legends_xboxone

Ogni livello è ricco, ben strutturato, originale, curato e divertente ed è caratterizzato da elementi anche molto diversi fra loro, che uniscono l’azione pura al ragionamento ed alla strategia, un’inedita modalità stealth all’andamento classico. Il protagonista può raccogliere tantissimi oggetti (TEENS, LUM, COPPE) ed acquisire capacità nuove e punti Miticaggine, necessari per accedere a sfide giornaliere e settimanali online. Oltre ai normali livelli, Rayman Legends prevede anche divertentissimi stage musicali (con arrangiamenti interessanti di canzoni molto famose), stage di ritorno alle origini, nei quali riaffrontare schemi dei prequel, e un minigame chiamato Kung Foot, nel quale due squadre si sfidano a chi fa più goal prendendo a calci e pugni un pallone. Per tutti gli stage è attiva la modalità multiplayer (max 4 giocatori) drop in e drop out, grazie alla quale ogni utente può entrare ed uscire dal gioco in ogni momento, vivacizzando – e confondendo – ulteriormente i livelli.

Rayman_Legends_xbox_one

Nella versione Next gen, i produttori sono riusciti ad eliminare i caricamenti, scongiurando il pericolo di tempi morti, e, come piccolo regalo, hanno aggiunto tre vestiti per alcuni personaggi (Splinter Ray, Ray Vaas, Globox Vaas) e ben 10 stage di sfida in più.
Insomma, con i suoi ritmi serrati, le ambientazioni divertenti e le mille modalità, Rayman Legends è un gioco da non perdere!

Author: xbox

Share This Post On