AER: LA FORZA DELLA SEMPLICITÀ

Progettato dallo studio svedese Forgotten Key e sviluppato grazie ai finanziamenti dell’azienda tedesca Daedalic Entertainment, Aer è uno dei gioco d’azione più attesi del 2015: semplice e d’impatto, promette di colpire soprattutto per la cura riservata ai dettagli grafici.
La protagonista è Auk, una sacerdotessa impegnata nella lotta contro l’oscurità, necessaria per salvare l’Universo: il suo compito è recuperare “memorie del passato”, sfruttando i suoi poteri, che le permettono di trasformarsi in un uccello e volare fra le isole fluttuanti.

aer_1
La trama è, quindi, attraversata da un particolare misticismo, che si percepisce ancora di più nell’area chiamata Dangeon: un’atmosfera pesante e minacciosa accompagna le esplorazioni della giovane eroina, dando al giocatore un vago senso di claustrofobia. Attraversare i labirinti oscuri non è facile: qui è impossibile, infatti, volare.
Dal punto di vista visivo, Aer sfrutta i profili poligonali e le superfici piatte per dare agli ambienti ed ai personaggi un aspetto semplice, strettamente legato all’influenza di titoli storici come Zelda: i comandi sono facili e reattivi, mentre la struttura non lineare del gioco permette ad ogni utente di scegliere il suo personale percorso, assecondando ogni curiosità.
Insomma, Aer è passato dall’essere un semplice prototipo molto promettente (creato nel 2013) all’essere un gioco completo ed interessante: non resta che capire se saprà soddisfare tutte le aspettative!

Author: xbox

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>